Rita La Rovere

Leone

No, non è un caso se l’ospite di riguardo appartiene al regal segno dominato dal Sole e se il re con questo appellativo era famoso per lo sfarzo delle sue feste. Ricreare una piccola Versailles e i suoi jeux d’eau o un angolo di Villa Jovis con tanto di triclinio? Bisognerebbe augurarsi però che i rappresentanti siano pochi perché, va bene l’oligarchia, ma oltre si rischierebbe un conflitto d’interessi…
Che la festa non abbia inizio senza le loro maestà! Adorano le cene sontuose e i brindisi inneggianti alla gioia di vivere. Un impeccabile maggiordomo servirà prelibatezze, vini e liquori per intenditori e, naturalmente, champagne! Ghiottissimi di frittura calda e croccante, accoglieteli con del “friejjenne magnanne”. Il dolce? Dalla cucina siciliana, grande passione di ogni Leone che si rispetti! Detronizziamoli con Jelu di gesiminu, gelatina di anguria al profumo di gelsomini…
“Il mio regno, il mio regno per un’altra porzione…”

Rita La Rovere, Metti una sera a cena, 2007

[ © 2008 Rita La Rovere - All rights reserved - cell. 333.3815051 - email info@ritalarovere.it - www.ritalarovere.it - website by Studio Ippozone]